Risvegliare la propria anima

di Anna Fraddosio Commenta

Il risveglio della propria anima è un atto che avviene intraprendendo un percorso interiore, o prendendo coscienza su come e cosa chi è. Il solo fatto di voler risvegliare la propria anima è quindi un inizio, il principio del risveglio. Oggi vedremo un metodo per far si che quella scintilla dentro di noi si intensifichi.

grande sabba autunno
Ciò che occorre in primis è la fiducia totale in ciò che stiamo andando a fare, quindi la convinzione che l’incantesimo, il rituale o meditazione,come la si vuol chiamare, sia sicuramente efficace e di successo, avremo poi bisogno di un foglio preso dal nostro grimorio ed una penna blu.

Come procedere

In un Lunedì di Luna Nuova, dovrete per prima cosa purificare il vostro corpo e liberare la vostra mente; ritagliatevi quindi un lungo momento dove non dovrete essere disturbati; fatevi un bagno rilassante con degli oli o dei sali, cercando di visualizzare l’energia negative che piano piano escono dal vostro corpo e si disperdono.

Dovrete poi trovare un posto tranquillo nella natura, dove sapete che non potete essere disturbati da forme umane. Raccoglietevi in meditazione, quando vi sentirete particolarmente rilassati prendete il vostro foglio e con la penna blu disegnate un rettangolo. Ora dovrete chiudere gli occhi e immaginare che il rettangolo sia una porta. Camminate all’interno di esso, esso vi porterà all’interno della vostra idea di oasi della pace. Potrà essere il giardino dell’Eden, un isola deserta con l’acqua cristallina, un ruscello, una cascata, un bosco, una distesa di fiori, quello che volete. Respirate quell’aria, sentitevi finalmente a casa, in pace con voi stessi e con l’ambiente.

Con la voce della mente dite:

“A sinistra e a destra
sopra e sotto di me
che il mio spirito possa risvegliarsi in comunione con la natura
ch’egli possa sentire la magia di essa scorre in me”

Potete rimanere in questo luogo fin quando ne sentirete il bisogno. Una volta pronti per andare riuscite dalla porta che avete creato e tornate nel mondo della materia. Torni sulla “Terra” dite:

“Sono figlio/a dell’Universo”

D’ora in poi la connessione con la Natura e con le forze dell’Universo sarà maggiore e non vi sentirete più sconnessi dal mondo che vi circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>